Angelina De Bonis, alias, Polumia Windsor. 

Nasce in Campania, Salerno, Italia. Dopo il conseguimento del diploma di ragioniera viene assunta come segretaria presso un'autoscuola locale; successivamente lavora come contabile presso una ditta di infissi. Il lavoro le consente il sostentamento personale, ma non soddisfa la sua vera natura, ossia, scrivere, narrare, riportare eventi e fatti, reali od immaginari.

L'occasione le viene fornita da una testata giornalistica a carattere religioso, La Voce della carita', periodico edito dalla Diocesi di Nocera- Sarno (SA). La collaborazione e' decennale e porta come frutto la pubblicazione della storia di una vocazione al sacerdozio dal titolo: La storia di Giuseppe.

Intanto Angelina riscopre la sua passione per i piccoli felini, i gatti! Inizia cosi' a prendersi cura di una colonia felina che abita il giardino di un Convento francescano e quelle adorabili creature le forniscono l'occasione per inventare storie meravigliose su di loro!

LORD FLOCK, edito nel 2012, e' il primo libro sulla storia, un po' reale, un po' romanzata, del piu' famoso gatto della colonia: Batuffolo!

Batufffolo, alias, lord Flock, e' il protagonista di una divertente storia, che potrete leggere nell'ebook, 

Vieni a prendere un caffe' da me

leggi qui'

L'ultimo ebook

04/12/2016

Cntinuando sulla scia di Lord Flock, ecco le storie di una colonia felina alle prese con dei religiosi non troppo .... religiosi!


Scopri

estate 2014

L'inizio della mia carriera di scrittrice lo devo ad un ... gatto! Si, proprio ad un bel felino: Lord Flock!


Scopri


100 copie

tutte per voi!


La storia di Lord Flock

compra con Paypal

LA FUGA

Stellina era una bellissima gatta: il tipico mantello lungo, il colore bianco, spruzzato da macchie color nocciola, le sfumature marroni alle orecchie e alle zampette, caratteristiche della razza sacra di Birmania[1], conferivano al felino un'indescrivibile solennita' che, associata al colore degli occhi, ispirava una profonda tenerezza. Nell'azzurro degli occhi si leggevano il mistero della vita, la tristezza dell'essere e la gioia dell'esistere.  Stellina viveva felice in casa dei suoi padroni, la famiglia Wilkfield, e trascorreva le sue giornate a passeggiare sulle sponde del Tamigi, sino a quando, stanca del suo vagabondare, tornava a casa, al suo bel cestone di vimini, addobbato con nastri rosa, posto davanti al camino della cucina. Un giorno Stellina allieto' i suoi padroni regalando loro quattro stupendi micetti, due maschietti e due femminucce. James, il reuccio di casa, unico erede dei Wilkfield, fu delegato dai genitori per la scelta dei nomi da dare ai cuccioli; il ragazzo ci penso' un po' su, poi decise di chiamare i quattro micetti coi nomi di: Ares[2], Isabel, Eloisa, Crystal. Tra i piccoli, Ares, uno dei due maschietti, dimostro' subito di meritare il nome ricevuto;[1]3 gia' a cinquanta giorni il gattino inizio' a perlustrare il giardino di casa a caccia di qualche preda. Il mondo esplorato fu la sua gioia: un meraviglioso prato verde, popolato da lucertole,  topolini, uccellini e un vasto campionario d'insetti vari; ma la scoperta fu ben poca cosa di fronte a quanto desiderava: "Mamma - disse a sua madre[2] - ho visitato il giardino, ma il mondo e' davvero cosi' piccolo? Non c'e'forse di piu'?". Mamma Stellina agito' la coda: "Non hai visto che in fondo c'e'un cancello?"- gli fece osservare.

"Si', ma e' chiuso!"- si lamento' Ares.

Mamma gatta aveva stuzzicato l'innata curiosita'del suo piccolino e dopo la siesta, Ares parti' per una nuova esplorazione. Oltre il cancello, grande e maestoso, si ergeva un vecchio palazzo dal quale, col favore di un dolce zefiro, usciva un profumino davvero invitante! Chissa' cosa ci sara' in quel fabbricato? Doveva proprio andare a vedere!

Il resto della storia scoprilo tu!

Scopri




Intanto, Ares ti invita a pensare ai suoi amici del Santuario!

I mici del Santuario hanno bisogno del tuo. aiuto!

Puoi farlo con solo 1 euro al mese!

www.teaming.net/imicidelsantuariomaterdomini